ESCLUSIVO – I consigli della dottoressa Monica Camplani da seguire con i propri amici a quattro zampe

La dottoressa Monica Camplani ha inaugurato il suo ambulatorio veterinario a Gorgonzola nel 1995: «Già da piccola avevo la passione per il mondo animale, appena ne vedevo uno per strada cercavo di accudirlo e trovargli casa – ha raccontato – Quando ho iniziato a frequentare l’università ho pensato di aprire una mia struttura e appena ne ho avuto la possibilità ho compiuto questo passo».

«Nel mio lavoro ho sempre cercato di trattare ogni animale che mi viene portato fornendo tutta l’assistenza, la disponibilità ma soprattutto l’amore di cui ha bisogno. Fondamentale è rispettare i loro tempi, cercare di instaurare un feeling per non spaventarli. Sono convinta che sia importante per un cucciolo essere seguito in un percorso continuo dalla stessa persona con cui si instaura col tempo un rapporto di fiducia».

“ISTRUZIONI PER L’USO” CON I CUCCIOLI

«Quando qualcuno prende un amico a quattro zampe non gli vengono date delle “istruzioni per l’uso”, perciò è utile spiegare ai proprietari quali siano i primi passaggi da compiere: in particolare come seguirlo, curarlo ed educarlo. Quando effettuo la prima visita di un cucciolo cerco dolcemente un approccio e valuto le condizioni di salute verificando il peso e altri parametri, inoltre attraverso l’esame delle feci controllo l’assenza di parassiti interni e prescrivo opportuna profilassi per i parassiti esterni. Solo successivamente si può vaccinare, questo perché all’inizio, il cucciolo è sottoposto a numerosi stress essendo in nuovo ambiente e quindi ha già le difese immunitarie basse.

Obbligatorio per legge è iscrivere i propri cani all’anagrafe canina ed è consigliabile farlo anche per i gatti: l’identificazione avviene tramite microchip che viene applicato per via sottocutanea.

In secondo luogo occorre effettuare un ciclo vaccinale che di solito consiste in tre vaccinazioni con richiami a distanza di venti giorni, mentre la profilassi filaria va fatta nella stagione primaverile, periodo in cui proliferano le zanzare.

Per quanto riguarda l’alimentazione non bisogna lasciare il cibo sempre nelle ciotole: sarebbe corretto per il cucciolo offrirgli quattro – cinque pasti al giorno mentre all’adulto ne bastano, a seconda della taglia, un paio, al mattino e alla sera. Non devono correre subito dopo il pranzo poiché ciò può provocare delle patologie come la rotazione dello stomaco. Da evitare assolutamente le ossa della carne che possono causare lacerazioni nell’intestino, l’eccesivo consumo di pane mentre cioccolato e cipolle sono sostanze tossiche.

Ad alcuni potrebbe sembrare una eresia però secondo me gli animali sono come i neonati: entrambi manifestano con dei comportamenti ciò che provano, è come se parlassero la stessa lingua e infatti i bambini instaurano con loro un legame splendido».

Servizio a cura di Davide Nunziato

Be the first to comment on "ESCLUSIVO – I consigli della dottoressa Monica Camplani da seguire con i propri amici a quattro zampe"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*