Il ricordo di Giorgio Gaber rivive a Villa Greppi

Il ricordo di un grande artista rivive in una serata dedicata alla musica e poesia, in scena venerdì 13 maggio dalle ore 21 nella cornice della sala consiliare di Villa Greppi in piazza Unità d’Italia.

Durante l’incontro verrà presentatato il libro La magnifica illusione di Nando Mainardi, il racconto del viaggio di Giorgio Gaber, ovvero di un ragazzo che voleva fare il rock and roll, che ha contribuito “all’invenzione” della canzone d’autore e che – favorito da quel prodigioso ribaltamento di senso che è stato il Sessantotto – è andato ben al di là dell’etichetta di “cantautore”, fino a diventare un intellettuale e un divulgatore provocatorio e mai scontato.

I love "La magnifica illusione" di Nando Mainardi

“La magnifica illusione” di Nando  Mainardi

Il testo di Mainardi analizza il passaggio, negli anni ’70, dalla prima fase della carriera di Giorgio Gaber alla nascita del Signor G; attraversa quel decennio e gli spettacoli del Teatro Canzone portati in scena e scritti in collaborazione con Sandro Luporini; si sofferma sulla rottura con la stagione della contestazione e sul ritiro temporaneo del cantautore milanese dalle scene teatrali; getta lo sguardo sui suoi tentativi, negli anni successivi, di inseguire ed inventare altre utopie – che in realtà portavano nuovamente alla scintilla originaria del Sessantotto – da cui ripartire per provare a cambiare il mondo.

Be the first to comment on "Il ricordo di Giorgio Gaber rivive a Villa Greppi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*