Cernusco tra i Comuni ‘virtuosi’ nella gestione della finanza locale

Il Comune di Cernusco sul Naviglio si conferma ‘virtuoso’ nella gestione della finanza locale, un esempio di buona amministrazione e di corretta e ottima gestione di bilancio delle risorse pubbliche che nel tempo ha permesso  notevoli investimenti e servizi di miglior qualità per cittadini e imprese. E’ quanto emerge dalla classifica dell’indice di virtuosità stilata da Anci Lombardia e Regione che insieme hanno costituito un gruppo di lavoro a partire dal 2011 con la collaborazione di Finlombarda, Eupolis e Lombardia Informatica (Lispa) per fotografare lo stato di salute delle economie pubbliche comunali. Incrociando dati diversi relativi ai bilanci del triennio 2011-2013 dei 1530 Comuni lombardi, è emerso che l’Amministrazione di Cernusco sul Naviglio si classifica al secondo posto nella sua ‘categoria’ (Comuni tra i 20 mila e i 50 mila abitanti), al terzo posto per quanto riguarda i Comuni tra i 20 mila e gli oltre i 50 mila abitanti, compresi i capoluoghi di provincia, dunque anche i ‘big’ tra i quali Milano (che si è classificata al settimo posto) e al 13 esimo posto sul totale dei 1530 Comuni lombardi.

L’individuazione degli indici di virtuosità è prevista dalla Legge  regionale n. 19 del 2010, al fine di introdurre criteri di premiabilità nelle politiche regionali e di concorrere al miglioramento della finanza pubblica. L’indicatore di virtuosità sarà utilizzato da Regione Lombardia per le politiche regionali che coinvolgono i Comuni lombardi ed in particolare per la concessione di benefici e l’applicazione del Patto di stabilità territoriale.

Al premio possono concorrere tutti gli enti locali che abbiano avviato politiche (azioni, iniziative, progetti caratterizzati da concretezza ed una verificabile diminuzione dell’impronta ecologica) di sensibilizzazione e di sostegno alle “buone pratiche locali” con particolare riferimento alle seguenti categorie:

  • gestione del territorio (Opzione cementificazione zero, recupero aree dismesse, progettazione partecipata, bioedilizia, ecc.);
  • impronta ecologica della “macchina comunale” (efficienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, ecc.);
  • rifiuti (raccolta differenziata porta a porta spinta, progetti per la riduzione dei rifiuti e riuso);
  • mobilità sostenibile (car-sharing, car-pooling, traporto pubblico integrato, piedibus, biocombustibili, ecc.);
  • nuovi stili di vita (progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali: filiera corta, disimballo dei territori, diffusione commercio equo e solidale, autoproduzione, finanza etica, ecc.).

La novità  è che da quest’anno anche i cittadini possono avanzare la candidatura del proprio comune, segnalando e valorizzando le buone pratiche del proprio territorio.

“E’ un grande risultato, che ci spinge a continuare sulla strada intrapresa e a fare sempre meglio – spiega l’assessore al Bilancio Maurizio Rosci -. Il fatto di essere considerati un ‘comune virtuoso’ sotto il profilo del Bilancio è frutto di un lavoro complesso che abbiamo sviluppato in stretta collaborazione con tutti i settori della macchina comunale. Per riuscire a far ‘quadrare i conti’ non è solo fondamentale regolare i flussi di entrate e uscite, ma anche e soprattutto programmare le opere, riuscire a realizzarle nei tempi prestabiliti ed essere dei buoni ‘debitori’ attraverso pagamenti puntuali (il nostro Comune ha una media di pagamenti ai fornitori che si aggira intorno ai 30-35 giorni)”. Sono proprio questi alcuni dei parametri presi in considerazione dalla ricerca che si è basata sui dati forniti dai Comuni attraverso i consuntivi relativi al triennio 2011-2013 e trasmessi al Ministero dell’Economia e delle finanze pubblicati dalla Corte dei Conti. Una sorta di ‘radiografia’ dello stato di salute dei bilanci, delle disponibilità economiche e delle prospettive future che, secondo i dati emersi, ha quindi confermato che il Comune di Cernusco sul Naviglio nonostante i vincoli imposti dal Patto di Stabilità e dalla legislazione vigente, è riuscito in questi anni a mantenere alto il livello dei risultati nella gestione della finanza locale.

Be the first to comment on "Cernusco tra i Comuni ‘virtuosi’ nella gestione della finanza locale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*