Francesca Vecchioni a Cernusco: la figlia del noto cantautore giovedì 3 marzo presenterà alla Bottega del libro la sua autobiografia T’innamorerai senza pensare

Si apre alla grande la rassegna letteraria Le pagine di C.L.I.O., curata dalla scrittrice Loredana Limone, con un personaggio pubblico e un libro che parla di temi forti, oggi più che mai all’ordine del giorno: omofobia, diritti civili, omogenitorialità.

Giovedì 3 marzo, alle ore 18.30, alla Bottega del Libro, Francesca Vecchioni parlerà di quello che definisce il suo «autoromanzo», T’innamorerai senza pensare, intervistata da Loredana Limone, con la partecipazione dell’attrice Federica Toti.

Chi è innanzitutto Francesca? Classe 1975, nata a Firenze e cresciuta a Roma, vive ora a Milano. È laureata in Scienze politiche, attivista per i diritti civili, esperta in comunicazione e giornalista. Omosessuale dichiarata e madre di due gemelle, avute dalla compagna grazie alla fecondazione eterologa,  crede che la diversità sia una ricchezza e per questo ha fondato l’associazione Diversity, a cui saranno devoluti i proventi derivanti dalla vendita del libro. Così definisce Diversity: «un’associazione di persone che si impegnano per l’abbattimento del pregiudizio e della discriminazione legati al concetto di diversità. La nostra volontà è favorire una visione del mondo che consideri la molteplicità come valore. Le tematiche primarie di cui l’associazione si occupa riguardano i diritti individuali di ogni persona e la lotta contro le forme di discriminazione che ne minano lo sviluppo. Particolare attenzione poniamo nei confronti dei temi relativi all’orientamento affettivo e sessuale, all’identità ed espressione di genere, e alle diverse forme di famiglia».

Francesca si batte infatti da anni contro l’omofobia e per i diritti delle coppie omosessuali, per poter dare ai loro figli le stesse garanzie dei figli delle altre coppie separate.

Per abbattere il pregiudizio e la discriminazione legati al concetto di diversità, ha  deciso anche di scrivere un libro autobiografico, sfruttando la sua notorietà allo scopo di far arrivare il suo messaggio a quante più persone possibili.

Il libro, il cui titolo riprende un verso della canzone Figlia, che il padre le ha dedicato quando è nata, è una sorta di diario privato, che ripercorre le tappe della sua vita:  crescere in una famiglia un po’ speciale, scoprire la propria sessualità, innamorarsi, perdersi per poi ritrovarsi, diventare adulti e, infine, genitori (bellissime le parole di Francesca a questo proposito: «Ho sempre voluto essere madre, ho sempre immaginato di avere una famiglia numerosa come quella in cui sono cresciuta. Se devo essere davvero sincera non ho mai, per un solo momento della mia vita, creduto di dover rinunciare alla gioia di crescere un figlio. Di poter insegnare a lui per imparare io stessa, con amore, senza davvero aspettarmi niente di più stupefacente che guardarlo crescere.
E però per me era diverso»).

Nel libro si parla di infanzia, di nonni, di riunioni di famiglia, di amori, di primi baci, di lavoro, di tradimenti, di scelte sbagliate, insomma di vita vissuta, attraverso gli occhi di una donna che ama le donne, senza però sottolinearlo in maniera esponenziale. Una storia come tante altre, che l’autrice non vuole venga percepita come “diversa” solo perché a raccontarla è un’omosessuale.
Il senso è proprio far dimenticare l’omosessualità, «poco determinante nell’essere persone»; il libro, infatti, dice ancora Vecchioni, «non è solo sull’omosessualità, ma su tanto altro».

Dall’autobiografia emergono chiaramente i messaggi fondamentali che l’autrice vuole trasmettere: scegliere di «vivere ciò che si è» per potersi avvicinare alla felicità, capire che il problema non è essere omosessuali, o bisessuali, o transessuali; l’unico problema è la discriminazione. Ma soprattutto rendersi conto che l’amore è uguale per tutti, perché «non si sceglie né di chi, né come innamorarsi»; insomma, proprio come cantava suo padre, T’innamorerai senza pensare.

Giovedì 3 marzo – Bottega del libro, via Buordillon 11, Cernusco sul Naviglio

Al termine della presentazione, chi vuole può partecipare a un aperitivo letterario all’Anima Art Cafè, in Via Uboldo 6, per scambiare quattro chiacchiere informali con l’autrice.

Per info e prenotazioni: 338 623 1253

a cura di Serena Perego

Be the first to comment on "Francesca Vecchioni a Cernusco: la figlia del noto cantautore giovedì 3 marzo presenterà alla Bottega del libro la sua autobiografia T’innamorerai senza pensare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*