“Maggio d’autore”: il “Magnificat” di Alda Merini con Arianna Scommegna al Santuario di S. Maria

Un mese all’insegna della cultura, tra spettacoli, concerti, presentazioni di libri e visite guidate: è il “Maggio d’autore”, nome dato al ciclo di iniziative di carattere culturale proposte dalla “Libreria del Naviglio”.

Primo appuntamento da non perdere venerdì 5 maggio: alle ore 16 e 21, nella suggestiva cornice del Santuario di Santa Maria lungo il Naviglio, il “Teatro degli Incamminati” porterà in scena Magnificat, uno dei più bei componimenti della grande poetessa milanese Alda Merini, che ne testimonia la fase mistica.

A interpretare il monologo, nelle vesti della Madonna, sarà la nota attrice cernuschese Arianna Scommegna, accompagnata alla fisarmonica da Giulia Bertasi. Diplomata alla “Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi” di Milano, Scommegna dal 1996 è socia fondatrice della compagnia teatrale “A.T.I.R. Teatro Ringhiera di Milano”, con la quale ha recitato in molti spettacoli diretti da Serena Sinigaglia. Ha inoltre lavorato con registi di fama internazionale e ottenuto diversi riconoscimenti dalla critica. Negli ultimi tempi alla carriera teatrale ha affiancato la partecipazione ad alcuni film, apparendo di recente sul grande schermo in Fai bei sogni di Marco Bellocchio.

Nel Magnificat la sua vibrante interpretazione sa restituire la carnalità e l’intimità di Maria e la sorprendente immedesimazione della poetessa milanese con la Vergine. Così incontriamo lo spavento e la speranza, lo sgomento e lo stupore, il dubbio e la certezza di quella che sarà la madre di Dio. Questo contrasto trova il suo compimento nell’accettazione del Mistero. La poesia di Alda Merini, nelle parole di Maria, riesce infatti a far coesistere lo smarrimento presente, il ricordo dell’innocenza passata e la dolorosa consapevolezza dell’avvenire; Maria è, nel medesimo tempo, se stessa, la ragazzina che era e la madre di Dio che sarà.

Scrive Paolo Bignamini nelle sue note di regia: «La poesia del Magnificat ha una compiutezza, una maturità e un’elevazione tali da imporsi come un capolavoro. Merini è Maria e, al tempo stesso, la sua Maria è l’altissima Madonna capace di spingersi sul baratro delle più vertiginose contraddizioni del mistero mariano: vergine e madre, serva del disegno di Dio ma di quel disegno grande attrice. La Maria che leggiamo in questo Magnificat decide di sbilanciarsi di fronte al silenzio della chiamata che riceve, abbraccia la strada impervia dell’inconcepibile. E quella strada la proverà fino a farla diventare la più sofferente tra le donne. Invecchiata tutto a un tratto dalla sua stessa scelta, invocherà nella solitudine più estrema l’aiuto di Dio, chiedendo conto al Padre della Sua responsabilità per quella proposta incommensurabile. E proprio in questo vertice poetico, al colmo del dolore e dell’umanità, Maria scorgerà nella sua sofferenza il senso di una possibile salvezza».

«La bellezza di quest’opera – dice Arianna Scommegna – sta nel suo messaggio di estrema vitalità e nelle diverse possibilità di interpretazione che la figura di Maria offre: religiosa in senso stretto, ma anche “laica”, intesa come lo spirito umano che si eleva e crea poesia. Trovo che Alda Merini sia straordinaria per la sua capacità di essere allo stesso tempo semplicissima, rendendo la Madonna umana e concreta, e altissima, portando il lettore in cielo».

Venerdì 5 maggio, ore 16 e 21
Santuario Santa Maria lungo il Naviglio

Magnificat
Testo di Alda Merini
Produzione: Teatro degli Incamminati
Regia: Paolo Bignamini
Scena: Francesca Barattini
Con Arianna Scommegna e Giulia Bertasi alla fisarmonica

Biglietto: 12 euro

Riportiamo di seguito tutti i successivi appuntamenti del “Maggio d’autore”:

13 maggio: presentazione dell’ultimo libro di Lello Gurrado, Lampa Lampa, presso la Biblioteca comunale alle ore 10.00 (ingresso libero)

14 maggio: visita guidata con Elisabetta Ferrario e Mauro Raimondi alla chiesa prepositurale di Cernusco alle ore 15 (ingresso libero con prenotazione)

19 maggio: presentazione dell’ultimo libro di Elisabetta Ranghetti, Corri più che puoi, presso la Libreria del Naviglio alle ore 21 (ingresso libero)

21 maggio: “La Milano dei Promessi Sposi”, passeggiata letteraria con Mauro Raimondi (costo 7 euro, su prenotazione, ritrovo ore 8.30 alla metropolitana)

26 maggio: “Pianisti all’Opera”, concerto per pianoforte con Simona Rosella Guariso e Carlo Balzaretti presso il Cinema Teatro Agorà alle ore 21 (biglietto 10 euro)

Per informazioni, prenotazioni e biglietti: Libreria del Naviglio, via Marcelline 39, orari di apertura: 9.15-12.30/ 15.15-19.15, chiuso il lunedì mattina; tel. 029243157, e-mail info@libreriadelnaviglio.it.

18157407_1481524215255345_4958579017497332625_n

La locandina della rassegna culturale

Be the first to comment on "“Maggio d’autore”: il “Magnificat” di Alda Merini con Arianna Scommegna al Santuario di S. Maria"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*