Sharapova shock: “Io positiva all’antidoping”

Una conferenza stampa convocata da Maria Sharapova sul cui motivo i giornalisti avevano formulato diverse ipotesi anche fantasiose, da una presunta maternità all’annuncio del ritiro della campionessa di tennis. Invece lunedì a Los Angeles (USA) dalla voce di Maria è arrivata una notizia shock: “L’Itf (International Tennis Federation ndr) mi ha comunicato che sono risultata positiva a un controllo antidoping al Meldonium durante gli Australian Open di Melbourne. Il medicinale l’ho assunto, peraltro come faccio da anni, ma mai ero risultata positiva all’antidoping. Lo prendevo come medicinale e francamente non ero consapevole delle conseguenze”.

Il farmaco Meldonium utilizzato dalla tennista è un anti-ischemico per curare le cefalee, ma dal 1 gennaio 2016 figura nella lista proibita della Wada in quanto migliora il metabolismo. La 28enne russa ha ammesso di aver sbagliato: “Ho ricevuto il 22 dicembre una lettera dall’Itf nella quale c’era l’aggiornamento della lista dei farmaci con effetti dopanti, con un link a cui fare riferimento, ma francamente non l’ho guardato. Ho preso questa sostanza dal 2006, un farmaco chiamato mildronate ma che è il meldonium, a causa di una serie di problemi di salute. Mi ammalavo spesso e avevo una carenza di magnesio dovuta a un principio di diabete ereditario. Quello è uno dei farmaci, insieme ad altri, che mi erano stati prescritti dal mio medico personale. Comunque la colpa è mia, il corpo è mio e la responsabilità è mia. Ho commesso un errore enorme”.

“Ho deluso i miei fan, ho deluso lo sport. Non voglio che la mia carriera si concluda in questo modo – ha ribadito – Spero di avere un’altra possibilità”. La Sharapova ora rischia una condanna di due anni che può variare a seconda del grado di responsabilità.

Be the first to comment on "Sharapova shock: “Io positiva all’antidoping”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*